ARTICOLO - Vacanze e tradimenti (da Oggi del 30.07.2008)

EMOZIONI E FAMIGLIA: LA PSICOLOGA RISPONDE

Vacanze e tradimenti

Cara dottoressa come ogni anno trascorro diverse settimane al mare con i miei bambini, che ormai sono grandicelli e non mi danno problemi in spiaggia. Mio marito ci raggiunge nel fine settimana. Non so come mai, ma quest'anno la lontananza mi pesa: mi faccio un sacco di "film" sui suoi possibili tradimenti. Lo tempesto di telefonate...e quando arriva lo guardo sospettosa e non sono serena. Non ho motivi per pensare che mi tradisca. Perché mi sento così? E' giusto che glielo dica?

Stefania

Risponde Tiziana Romano, psicoterapeuta a Bergamo:

Gentile signora, leggendo la sua lettera emerge l'immagine di una donna che ha trovato la sua realizzazione personale nel ruolo materno, nella gestione della famiglia e dei figli. Ma ormai i figli sono autonomi. Così lei si trova senza avere più spazio per sé. E questo può anche averla disorientata. I suoi primi pensieri vanno all'eventualità di un tradimento. Ha notato cambiamenti in suo marito? Sono cambiate le vostre abitudini sessuali? Nella lettera non fa menzione di tutto ciò.
Se fossi al suo posto piuttosto che pensare alla presenza di una fantomatica altra donna mi focalizzerei più su me stessa, su quali sono i miei bisogni e desideri inespressi di donna, su cosa cerca o le manca nel rapporto di coppia per renderla così vulnerabile e gelosa.
Ne parlerei quindi con mio marito per trovare insieme uno spazio condiviso che possa consentire l'apertura di un dialogo e una rinnovata complicità. Essere genitori comporta senz'altro impegno, continuità e responsabilità, ma spesso per questo succede di trascurare il rapporto di coppia. Certo anche questo richiede dedizione, soprattutto quando i figli cominciano a crescere e si modifica la dinamica familiare, ma non demordete e aiutatevi a riscoprirvi e ritrovarvi.

Tiziana Romano - miodottore.it