RADIO - 2014 - 31 - Le relazioni a distanza possono avere un seguito nel corso del tempo oppure no?

Blaise Pascal diceva che il cuore ha delle ragioni che la ragione non può spiegare; e in effetti non è possibile stabilire, a livello razionale e assoluto, se la scelta di un rapporto a distanza sia o meno valida: l’unico che può valutarla è il singolo che l’ha presa.
Se si vuole indagare in autonomia il valore di questo tipo di relazione, il modo migliore è senz’altro quello di farsi le domande giuste: Come mai si è deciso di approfondire la relazione con il partner a dispetto della lontananza? Cosa si trova nel partner che permetta di tollerare la fatica di un rapporto a distanza?
Spesso questo genere di legami comportano una vita personale già ricca e impegnata, per cui non si necessita di una continua condivisione con il proprio partner. D’altro canto, comporta anche una buona autostima grazie alla quale non si costruiscono pensieri di sfiducia o tradimento da parte del partner. Un rapporto a distanza potrebbe anche tutelare chi lo coltiva da un eccessivo coinvolgimento sentimentale, che potrebbe anche diventare troppo fusionale e dipendente. Alla luce di quanto fin qui detto, se il rapporto a distanza che si sta vivendo fa sentire bene ed è frutto di amore, perché non continuarlo?

Tiziana Romano - miodottore.it